Aprile 2021 Piazza Affari Ftse Mib saranno massimi di Borsa?

Aprile 2021 Piazza Affari Ftse Mib saranno massimi di Borsa?

Aprile 2021 per Piazza Affari ed il suo indice Ftse Mib è il tempo di fare i conti, il primo trimestre è passato i bilanci dell’anno precedente sono chiusi ora cosa succederà? Ripartenza al rialzo o lenta discesa?

Analizziamo passo passo quello che potrebbe verificarsi nei prossimi giorni partendo dal nostro indice di Piazza Affari Ftse Mib che nei prossimi giorni distribuirà i Dividendi Azionari,.

Il Dividendo Azionario è sempre un evento atteso per gli Investitori Professional e non, ma mai come quest’anno però la distribuzione degli utili ha un sapore diverso.

Lo scorso anno causa pandemia Banca D’Italia e BCE hanno preferito non far distribuire alcun dividendo alle società quotate, soprattutto alle Istituzioni Bancarie per far fronte alla crisi pandemica COVID19.

Diverso p stato in USA infatti Wall Street ha distribuito gli utili con il consenso della Federal Reserve Bank.

A distribuire il dividendo ai soci saranno soprattutto le società Assicurative, Energetiche/Utility e le Società che gestiscono le reti di comunicazione.

Si stima un Dividend Yield ricco che oscilla tra il “5 e 11%”, che rispetto al Tasso di Rendimento Italiano che è 0.7%, quotazione di questi giorni, vuol dire un rendimento medio di almeno 7/8 volte superiore per le Azioni rispetto ai BTP.

Una stagione dei dividendi ghiotta quindi, diversi i titoli che distribuiranno un dividendo pari o superiore ad 1 euro tra cui Banca Generali, Assicurazione Generali, Azimut, Buzzi, BB Biotech, Recordati, Diasorin e Ferrari che sfiora i 0.94 cent di euro.

Il Ftse Mib è un indice “bancocentrico” ela domanda spontanea è: quanto rendono le principali banche quotate? I dividendi delle principali realtà bancarie che usano gli impieghi nel proprio modello di business sono per Unicredit 0.12 eurocent, per Banca Intesa 0.04 eurocent e per la maggior parte delle restanti 0 eurocent!

Un segnale negativo per il futuro prossimo visto che gli impieghi rendono 0 anche l’economia industriale tendenzialmente renderà quasi 0! Importante sarà quindi osservare gli indici di insolvenza di banca Italia.

In effetti la questione Bancaria con il ritorno di Draghi Premier tornerà a farsi spazio tra le camere di palazzo Chigi, poiché è importante rafforzare, consolidare e rendere competitivi degli istituti di credito Italiani che ancora non se la passano molto bene.

La questione bancaria è tutt’altro che chiusa, bisogna risolvere l’annosa questione degli NPL e le beghe degli istituti di credito oramai quasi illiquidi come MPS, Carige, Banca Popolare Di Bari etc.

Draghi ha sempre favorito soluzioni aperte al mercato per risanare le Banche in pericolo, ma i suoi predecessori non ultimo Conte, hanno sempre scelto gli interventi dello stato.

Le grandi acquisizioni ed il cambio di passo da Conte a Draghi saranno le vie d’uscita? vedremo!

Occhio alla leggerissima divergenza in formazione ed ecco i prossimi punti si Resistenza e Supporto principali sono :

Supporti 23300 – 22000 – 21500 punti indice Ftse Mib Future

Resistenze 24675 – 24955 – 25308 punti indice Ftse Mib Future

Ftse Mib
Ftse Mib

Attendiamo le conferme dei segnali prima di intervenire, per un Trader è fondamentale operare con la statistica a proprio favore.

Non perdere l’occasione per rivedere la formazione al Trading con le lezioni precedenti

Il trading intraday con le Bande di Bollinger

Relatore: Sante Pellegrino Ospite Annalisa Lospinuso

Una sessione di formazione interamente dedicata alla scoperta del funzionamento delle bande di Bollinger partendo dalla spiegazione dell’indicatore per approfondire il loro utilizzo su diversi time frame. Verranno inoltre mostrati altri suoi possibili utilizzi per giungere a una corretta interpretazione del mercato. Impostazione dei piani di lavoro basati sulle bande di Bollinger sulla piattaforma T3 e affiancamento a oscillatori per la creazione di strategie di trading sia intraday che multiday. Analisi in tempo reale su titoli azionari e indici per una corretta valutazione di investimento sia a lungo termine che di breve termine.

SantePTrader

Sante Pellegrino Trader dal 1998 aka santeptrader.com Ho frequentato la facoltà di Sociologia, presso l’Università di Urbino. Appassionato dei mercati finanziari, nel 1997 ho proseguito il percorso di studi conseguendo il Master in Management BANKING & FINANCIAL and CAPITAL MARKET. Nel 1998 ho lavorato come Bond Trader & Market Maker Obbligazionario in Banca sino al 2002, anno in cui ho deciso di realizzare da indipendente la carriera da Trader. Ho maturato una grande esperienza dei Mercati Finanziari ed a tutt’oggi collaboro con primarie Istituzioni Finanziarie. Ho lavorato e lavoro per alcune Banche e Istituti di Trading Finanziario. Faccio Trading sui Mercati Finanziari Regolamentati, tra cui Borsa Italiana, Nyse, London Stocks Exchange, Chicago Mercantile Exchange, Eurex. Gli strumenti finanziari che utilizzo sono Azioni, Obbligazioni, Futures & Options. Sono Trader Direct Market Access, autorizzato Mifid II regolamentato dall’ESMA. Esperto in Trading Algoritmico & Quantitativo realizzo Automatic Trading System. Sono Project Manager per la realizzazione di sistemi di Electronic Brokerage e High Frequency Trading. Sono Project Manager e Job Assistance Istituctional per la realizzazione di progetti Bancario/Finanziario. Attivo nella programmazione di software con linguaggi proprietari, tra cui Tradestation, Multicharts, E-SIGNAL, Choerence by List Group, Visual Trader (Traderlink) e principali piattaforme di Trading Professionali tra cui Bloomberg, Choerence By List Group, ORC By Itiviti, Playoptions. Nel 2003 in partnership con INTESATRADE Sim SPA (ex CABOTO SIM) Gruppo Banca Intesa, ho realizzato la prima Trading Room Italiana autorizzata da BankIt & Consob. Durante gli anni di vita della Trading Room ho formato la clientela della stessa, oltre 1500 Clienti/Trader a Mercati e Denaro Reale. Ho contribuito agli sviluppi dell’attuale piattaforma T3, oltre che a software di Analisi ed High Frequency Trading, ancora funzionante ed apprezzati. Nel 2013 Banca Intesa ha ceduto la società al Gruppo Banco Popolare di Milano di cui WeBank Spa, con la stessa tutt’oggi collaboro. Speaker e Relatore dal 2003 per Alternative Investment Forum, TolExpo di Borsa Italiana e Italian Trading Forum. Ho contribuito in modo significativo alla realizzazione di eventi di Formazione ai quali hanno partecipato Istituzioni tra cui Borsa Italiana, Chicago mercantile Exchange, Eurex e BCE. Ospite regolare e è già relatore per Italian Trading Forum, TolExpò (borsaItaliana), CFNCNBC, LeFontiTV e per diverse Banche Italiane. Autore ed Analista Tecnico/Grafico per SantePTrader.com, TrendOnLine, TraderLink, TradingView.com. Buon Trading Sante Pellegrino I Contenuti disponibili su questo blog non sono diretti in alcun modo alla sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsiasi strumento finanziario. I Contenuti sono personali per motivi di studio e di ricerca e non per uso commerciale.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: