#dax and resistence enigma

Siamo rimbalzati esattamente dove ci aspettavamo……anche un pò di meno direi, ma la resistenza a 12500 punti indice dax 0.95% inizia a farsi sentire.
Non siamo più nel 2017, anno in cui la volatitlità viaggiava ai minimi storici, 9/8 punti dollari di indice vix -5.28% , la parola d’ordine di questo 2018 è e sarà “volatilità”.
Già, per chi ancora non si è accorto di come la volatilità sia influenzata dal prezzo è meglio che si riveda e studi l’atteggiamento del prezzo che dal 2 febbraioad oggi ha fortemente condizionato la volatilità.
Il 5 febbraio il dax 0.95% ha praticamente lasciato col fiato sospeso tutti i migliori gestori del mondo, con un doji che indicava una forte indecisione su di un supporto fondamentale, quel supporto ha coccolato chi timidamente sperava in un rimbalzo, e sì succedeva lo stesso copione da 1 anno e mezzo a questa parte, ,a il colpo di grazia è arrivato il giorno dopo, gap down e chiusura in salita, un dribling dei prezzi impossibile da ipotizzare e calmierare.

E così il vix -5.28% in un paio di giorni è passato da un 8/9 dollari a 55 dollari per poi riscendere ai livelli di 20 dollari indice vix -5.28% .
Se il mercato continua a viaggiare a questa volatilità è bene iniziare a diversificare le strategie, ovvero costantemente orientate al ribasso.
Attendiamoci qualche giorno di pausa forse per un rimbalzo sino a 12650 punti indice dax 0.95% , ma la discesa è ancora lunga…. e i gap del -2.50% 2015 e 2016 sul dax 0.95% non tarderanno a farsi vivi.
Buon trading
SantePTrader