Annunci

2008 vs 2018 or subprime vs facebook/cryptocurrencies?

Il quesito del momento è questo, a dieci anni di distanza dalla prima “avvisaglia” circa il crack dei “mutui subprime” cosa è cambiato, ma sopratutto i trader ricordano gli eventi del passato per evitare i rischi del futuro?
10 anni fà nella settimana di pasqua del 2008 in usa le prime banche in difficoltà chiesero aiuto allo stato, e queste erano banche mono prodotto, ovvero lavoravano solo per via dell’emissione di mutui subprime, cioè mutui offerti a chi aveva scarso merito creditizio.

Quella settimana borsistica fu appesantita con perdite eccezionali, con una elevatissima volatilità, l’S&p500 chiuse negativamente di quasi 5 punti percentuali.

All’epoca, per un breve periodo, o meglio sino a maggio, i minimi della settimana di pasqua rimasero minimi di “bottom”, ovvero minimi di ripartenza,ma così non è stato per tutto l’anno, rotti i minimi di marzo a maggio ad ottobre fu scritta “la storia” finanziaria, collasso del sistema creditizio usa e fallimento di Lehman Brothers, che dire un evento unico.

Che quest’anno la storia si ripeta è certamente scontato, dopo il tonfo di febbraio e marzo l’S&P500 lascia sul terreno un -12% circa, e siamo ad un passo dall’abbandono della soglia psicologica dei 2600 punti, livello chiave e di fondamentale importanza anzi vitale.

Intanto i temi che giustificano i ribassi sono :

le cryptocurrencies, che oramai non hanno supporti di acquisto e giorno dopo giorno svaniscono nel nulla, la crisi che attanaglia il sistema di sicurezza e privacy di facebook e in ultimo la guerra dei dax

Rotta questa base supportiva la direzione sarà 2480/2450 punti, dove ad aspettarci come ribadito più volte c’è un livello di gap da chiudere che si è realizzato con l’euforia della vittoria di Mr President Trump.

Mentre l’america lotta per mantenere questo livello di supporto “difficile” perchè di compratori non ce ne sono, l’europa cerca di difendersi, e nella zona EU a fare meglio è proprio l’italia, il ftsemib dopo aver affondato il supporto di 21800 punti circa tenta una chiusura in acquisto e rimbalza convintamente riportandosi sopra quota 22300 punti.
Che dire Buona pasqua e buon trading.
@SantePtrader

Annunci

SantePtrader

il prezzo determina la volatilità…since 1998 Sante Pellegrino #trader indipendente specializzato nel comparto del #mercato #azionario, #obbligazionario e #derivati. Gli studi Sante Pellegrino ha frequentato la facoltà di Sociologia presso l’Università di Urbino. Con la vocazione per i #mercati #finanziari, ha proseguito il suo percorso di studi conseguendo il Master Universitario in Finance & Banking del MIB School of Managment. Il percorso lavorativo Nello stesso anno ha iniziato a lavorare come #bond #trader in banca. Dopo un’esperienza annuale, come #trader sui #mercati #finanziari, Sante Pellegrino ha continuato la sua crescita professionale come #trader professionista indipendente, maturando negli anni una grande esperienza nel comparto dei #mercati #finanziari . Nel 2004 in partnership con INTESATRADE Sim SPA (Gruppo Banca Intesa) avvia la prima #tradingroom Italiana. Trader e Consulente Istituzionale, MIFID II complied, esperto in Algorithmic & Quantum Trading e sistemi di High Frequency Trading. Sante Pellegrino partecipa come relatore a diverse manifestazioni come Alternative Investment Forum, TolExpo di Borsa Italiana ed a diverse edizioni dell’Italian Trading Forum . Ospite regolare presso le trasmissioni televisive ed in particolare ospite di CFNCNBC e LEFONTI.TV. Buon #trading #santeptarder