Annunci

#ftsemib #npl #bridgewater e banche

Nei giorni scorsi circolava chiassosa la notizia tra trader che il fondo bridgewater, gestito da Dalio, che fa anche il coach….. fosse short sulle banche italiane.
Notizia abbastanza scontata e da tempo, e spiego il perché.
Non è cosa nuova, che la redditività delle banche europee, che si aggira attorno al 4% circa, sia superiore allo 0,2% di redditività delle banche italiane, il ché induce gli “hedge funds” a creare strategie ribassiste sui titoli bancari italiani delle blu chips del ftsemib.

In fin dei conti la parola hedge è sinonimo di trading neutral, ovvero comprare al rialzo un titolo per venderne al ribasso un’altro, non importa se tra stessi comparti o altri, la posizione dev’essere neutra.
In parole brevi, l’operatività di questo genere è focalizzata sulla volatilità che si differenzia tra lo short ed il long in modo da poter garantire un profitto in entrambe le posizioni, o comunque difendersi anche in caso di drawdown.

Cosa centra tutto questo con il ftsemib? be centra e come, infatti nelle blue chips del paniere italiano, composto da 40 titoli, ci son ben 11 banche oltre a titoli assicurativi ed anche finanziari, quindi il peso del paniere è concentrato sulla speculazione del momento, ovvero la crisi finanziaria/bancaria.

Mi spiego meglio, gli NPL sono l’oggetto della crisi, i quali hanno costretto alcuni consigli di amministrazione di banche ad alzare bandiera bianca.

Gli NPL ovvero i “non performing loans” sono crediti non “riscuotibili”, ovviamente per gli italiani, perchè a quanto pare a far man bassa degli NPL ci sono 3 fondi esteri!
Ed ecco svelato l’arcano, ossia da un lato gli hedge funds vanno giù pesante con gli sell short sulle banche, dall’altro lato comprano i crediti deteriorati a prezzi stracciati, ed ecco come il business degli NPL, e le scalate alle banche diventano appetitose ed a costo basso per gli speculatori vista la paura di non incassare nulla e rimanere senza liquidità!

Questo spiga perché il ftsemib è l’unico indice che a differenza di dax e s&p500 non segna nuovi massimi anzi rimane ancora in un trading range abbastanza estenuante.
Per tornare a salire il ftsemib deve superare il livello di 24500 segnato sia nel 2010 che nel 2015 sino ad allora il laterale continuerà a mietere trader e ……tutto il “sistema italia”

buon trading

@santeptrader

Annunci

SantePTrader

Sante Pellegrino #trader indipendente specializzato nel comparto del #mercato #azionario, #obbligazionario e #derivati. Gli studi Sante Pellegrino ha frequentato la facoltà di Sociologia presso l’Università di Urbino. Appassionato dei #mercati #finanziari, ha proseguito il suo percorso di studi conseguendo il Master Universitario in Finance & Banking del MIB School of Managment. Il percorso lavorativo Nello stesso anno ha iniziato a lavorare come #bond #trader in banca. Dopo un’esperienza annuale, come #trader sui #mercati #finanziari, Sante Pellegrino ha continuato la sua crescita professionale come #trader professionista indipendente, maturando negli anni una grande esperienza nel comparto dei #mercati #finanziari . Nel 2004 in partnership con INTESATRADE Sim SPA (Gruppo Banca Intesa) avvia la prima #tradingroom Italiana. Sante Pellegrino partecipa come relatore a diverse manifestazioni come Alternative Investment Forum, TolExpo di Borsa Italiana ed a diverse edizioni dell’ITForum di Rimini. Ospite regolare presso le trasmissioni televisive ed in particolare ospite di CFNCNBC e LEFONTI.TV