#wallstreet and #trump #cycle #pattern

Venerdì 20 gennaio, #trump potrà “coronare” il proprio sogno, potrà sedersi nella stanza ovale e sarà il 45° presidente degli Stati Uniti d’America … nel frattempo però … il suo esordio …

tr4ump-want

Nella giornata di ieri, 11 gennaio 2017, #trump ha “volutamente” tenuto la sua prima conferenza “non/ufficiale”, presso la #trump #tower, forse in risposta al saluto di #obama? no, la realtà è che ha subito mostrato la sua forza.

Ha voluto chiarire la sua totale uscita di scena dai suoi business, ed ha seccamente bollato le voci di eventuali ricatti nei suoi confronti da parte dei russi come “FAKE”, ha letteralmente zittito uno dei giornalisti invitandolo a fare domande solo per il tramite della sua redazione …

trumpfake

è vero pure che #obama, il giorno precedente, ovvero 10 gennaio 2017, ha salutato il popolo #usa.

Con il suo discorso di “addio”, #obama in perfetto stile “#hollywod”, ha versato lacrime … per la moglie … non ne ha versate però per ricordare “i passi da gigante” che ha compiuto durante i suoi mandati, tra cui #obamacare, #cuba libera, la cattura/uccisione di #binladen il lavoro, il #pil #usa in crescita etc etc. .

Peccato però, che forse forse, ha volutamente omesso la grande responsabilità che gli #usa hanno nel dover calmierare l’instabilità mondiale,  sopratutto del “nord Africa” ed in #syria.

Le nazioni #onu infatti, capeggiate proprio da #usa #francia e #uk, hanno la responsabilità di aver creato l’instabilità in quei paesi mussulmani, che #gheddafi riusciva a tenere a bada se pur con modi rudi.

libia

Gli #usa assieme alla #francia e agli stati #onu, in maniera egoistica, hanno partecipato alla #unifiedprotection, ma in realtà forse la missione #onu ha “così” dato la possibilità di testare i nuovi #rafal, i bellissimi e famosi #f-35, tutti velivoli da guerra!2188757_obama_lacrime_addio_casa_bianca

All’indomani del saluto di #obama e del #fake di #trump, oggi arriva, “quatta quatta”, la notizia che l’agenzia di rating #S&Poors non “intravede” crescita futura in #usa, ne è di fatto cpnseguenza la presidenza #trump.

Chissà, forse una pausa di riflessione per tirare qualche soldino in casa facendo impennare l’euro può giovare ai forzieri della #fed!.

E già,  portare ancora fieno in cascina torna utile, la politica espansionistica #usa, è ancora orientata ad attrarre investimenti in dollari, e soprautto a continuare ad indebolire e “deflazionare” le monete ed i paesi del #g20 forti di crescita.

euro012017

Secondo il mio modesto parere ai mercati azionari made in #usa serve una pausa.

Quale migliore scusa se non un presidente non “piacione”, e sopratutto l’aver sfiorato i massimi storici di mercato?

Il #dowjones è ad un passo dai 20.000 punti e sono diversi anni che le aziende incrementano il price earning, insomma le casse sono piene e pronte per far svoltare l’economia verso nuove frontiere.

dj1212017

 Nel frattempo tecnicamente suoi grafici, il disegno di #analisitecnica della divergenza ribassista sul #dowjones si và completando, ed in maniera inversa, il disegna di #analisitenica della divergenza del segnali rialziasta sull’euro si completa in contemporanea, buon trading #santeptrader – @santeptrader